U.S. Markets closed

BORSE EUROPA in calo, pesa crisi catalana

LONDRA, 4 ottobre - INDICI ORE 12,12 VAR % CHIUS. 2016 EUROSTOXX50 3587,08 -0,52 3290,52 STOXX EUROPE 600 389,64 -0,28 361,42 STOXX BANCHE 187,18 -1,16 170,27 STOXX OIL&GAS 305,87 -0,71 322,47 STOXX ASSICURAZIONI 283,48 -0,47 269,66 STOXX AUTO 600,64 0,83 542,82 STOXX TLC 285,55 -0,36 292,22 STOXX TECH 440,16 -0,24 367,87 I mercati azionari del Vecchio Continente sono in calo oggi, nonostante la nuova chiusura da record di Wall Street, a causa dell'impatto della crisi in Catalogna non solo su Madrid e sui titoli bancari, ma anche su tutta la zona euro, e in particolare in Italia.

Alle 12.15 circa l'indice europeo STOXX 600 perde lo 0,28%. Madrid è in calo di oltre il 2,4% e oggi potrebbe esserela sua peggiore seduta in 14 mesi.

Parigi perde lo 0,37%, Londra è piatta, come Francoforte.

** Caixabank e Banco Sabadell, due banche con sede in Catalogna, perdono entrambe quasi il 6%.

Ieri il re spagnolo Felipe VI, in un discorso trasmesso in tv (evento raro che sottolinea la serietà del momento, segnalano gli analisti) ha accusato i leader secessionisti catalani di voler distruggere i principi democratici.

L'indice del comparto bancario della zona euro perde il 2%.

Laurent Gaetani, capo di Degroof Petercam Gestion France, dice di essere "sorpreso ddall'impatto" della crisi catalana sui mercati, dato che l'effettiva indipendenza della regione è ancora ampiamente considerata improbabile.

"Non sono troppo preoccupato", aggiunge, spiegando anzi che gli investitori potrebbe considerare il calo delle banche come un'opportunità.

"C'è un piccolo impatto dalla Catalogna, è certo, perché alcuni titoli importanti hanno sede lì... ma non è nulla di straordinario", dice Jerome Legras, head of research di Axiom Alternative Investments. Secondo Legras le variazioni di prezo non sono enormi e comunque l'opinione principale sul mercato è che l'indipendenza è improbabile e l'impatto sulle banche negli altri paesi dovrebbe restare limitato.

Cala anche il comparto dell'energia, che perde lo 0,75%, per la cautela sulla durata del rally che ha animato gran parte del terzo trimestre.

** Da segnalare la buona performance delle case automobilistiche tedesche sulla scia dei dati poisitivi dagli Usa, con Volkswagen che cresce del 2,1% e Daimler dell'1,3%.

(Julien Ponthus and Helen Reid) Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia